Il make up è diventato ormai un’abitudine quotidiana insostituibile: nessuna donna, guardandosi allo specchio, potrebbe rinunciare a darsi quel tocco in più per essere sempre in ordine e perfetta in tutte le occasioni.

Truccarsi in modo adeguato è molto importante, ma poi

non tutte amano truccarsi o pensano di non esserne capaci.

Questi consigli potranno essere utili a chi ha necessità di un trucco express che valorizzi, oppure per quelle persone che hanno scarsa manualità e hanno scelto di negarsi il piacere di un make up perché si sentono delle pasticcione.

Per creare un make up impeccabile non è necessario essere delle make up artist, ma basta molto meno.

Pronta per scoprire i segreti?

Innanzitutto, il segreto di una pelle perfettamente truccata consiste nella detersione e nell’utilizzo dei prodotti giusti.

Un’ottima base per il trucco è essenziale per la miglior resa di quest’ultimo.

Al mattino la pelle va lavata con un detergente delicato, picchiettata con un tonico senza alcool e poi idratata con una crema da giorno (ne esistono sul mercato numerose, a seconda dei tipi di pelle) che, oltre ad essere un’efficace protezione dai raggi UV, possa anche fungere da buona base per il trucco.

Alla sera gli accorgimenti devono essere più strategici: con l’ausilio di veline e latte detergente è necessario rimuovere tutti i residui di trucco e pulire la pelle in profondità per lasciar traspirare l’epidermide e poi idratare e rivitalizzare con una crema da notte specifica.

Una o due volte a settimana è bene fare un bello scrub (se non ne hai uno in casa puoi usare una miscela di zucchero e miele, che è semplicissimo ma molto efficace) e applicare una maschera specifica adatta al tuo tipo di pelle.

Per quanto riguarda il make up:

Il fondotinta

Deve essere usato nell’esatto colore della tua carnagione naturale e non deve cambiare il colore della tua pelle, ma è utile per uniformarla e coprire eventuali imperfezioni.

Inoltre, dovrai accuratamente sceglierlo in modo che rispetti la tipologia della tua pelle, per cui sarà il più possibile opacizzante per le pelli grasse, idratante per quelle secche e coprente se hai problemi di macchie e imperfezioni.

In commercio esistono tre tipi di fondotinta:

Fluido particolarmente adatto a pelli miste/grasse e generalmente oil-free, quindi senza olii che contribuirebbero a creare l’effetto pelle lucida.

Cremoso che è più nutriente e, oltre a contenere una percentuale di olio in più, contiene anche principi attivi rigeneranti per nutrire la pelle.

Compatto che è generalmente adatto a tutti i tipi di pelle.

Se poi vuoi un fondotinta che regga per tutta la giornata, è importante che, prima di stenderlo, tu utilizzi un primer viso che ti consentirà di ottenere una maggiore tenuta e possibilmente, anche un velo di cipria subito dopo, sempre per lo stesso motivo.

Stendi il fondotinta con il pennello, con movimenti che vanno dall’interno verso l’esterno perché il calore delle dita può alterarne la tenuta.

Se sei fortunata e hai una pelle senza particolari imperfezioni e il fondotinta ti sembra eccessivo sulla tua pelle, potresti pensare di utilizzare al suo posto una crema colorata, sempre da scegliere nella tonalità più adatta alla tua carnagione.

Indicativamente i colori a base rosata andranno bene per le pelli fredde, mentre i colori a base beige saranno perfetti per quelle calde.

Ricorda sempre di truccare anche le orecchie, il collo e le narici del naso per evitare l’antiestetico “stacco” ci colore.

Il correttore

La funzione del correttore è suggerita dal nome stesso: correggere gli inestetismi e rendere la pelle quanto più uniforme è possibile.

Sul mercato esistono correttori in stick, in polvere e liquidi, in una vasta gamma di tipologie e colori, a seconda del difetto estetico su cui agiscono.

Il correttore adatto a coprire brufoli e couperose è di colore verde.

Il correttore per le occhiaie è invece di colore ambrato o aranciato di un tono di colore in meno rispetto a quello del fondotinta.

L’importante è stare molto attenta ad usare il correttore perché si tende ad avere delle pappette sotto l’occhio che dopo poche ore sono tutte rigate.

Va sempre picchiettato con la spugnetta e mai metterci sopra la cipria perché poi tende a fare le righette.

L’ombretto

Anche in questo caso bisogna scegliere una tonalità adatta al colore dei tuoi occhi.

Gli occhi marroni sono i più fortunati perché stanno bene con tantissimi colori: tutte le tonalità del grigio, beige, bronzo, ramato, corallo, rosa, viola e blu. Meglio se lucidi e metallizzati. Sarebbe meglio evitare agli ombretti mat e pastello e le nuance intermedie che spengono lo sguardo.

Gli occhi azzurri invece, saranno valorizzati dai grigi, dai beige e da tutte le tonalità di rosa, gli aranciati come il color mattone e viola sfumate con colori complementari più scuri. Il colore azzurro si fa risaltare con un effetto di luci e ombre.

Gli occhi verdi sono valorizzati da tutte le tonalità di marrone, dal nero, il dorato e il bronzo, il corallo, il rosa e il prugna. Per far risaltare il colore dell’iride, un’ ombreggiatura più scura al lato esterno dell’occhio è particolarmente indicata.

Ci sono solo due accorgimenti da tenere a mente:

Il primo: un ombretto che ha lo stesso colore dei tuoi occhi è da evitare perché tenderà ad appiattire lo sguardo.

Il secondo: un ombretto scelto con una tonalità complementare rispetto al colore dei tuoi occhi li valorizzerà ancora di più (ad esempio, occhio marrone-ombretto blu, oppure occhio azzurro-ombretto aranciato).

Gli ombretti in polvere sono quelli più largamente utilizzati perché aderiscono di più alla pelle, sono più facili da applicare e possono essere ritoccati facilmente. Quelli in crema tendono a sbavare di più e hanno una resa e una tenuta senza dubbio minore.

Generalmente per creare un effetto illuminante è meglio prediligere ombretti chiari, per conferire allo sguardo un effetto di profondità quelli scuri.

E se ami lo smokey eyes?

E’ il trend del momento e per realizzarlo è necessaria una palette che comprenda tre colori base. Bianco, grigio perla e grigio scuro. Con il grigio chiaro crea la base a tutta la palpebra; il grigio scuro è quello che deve dare l’effetto smokey per cui con mano decisa sfumalo sulla palpebra verso l’esterno tendendo ad allungare l’occhio; infine il bianco serve a sottolineare i punti luce. Ponilo sull’attaccatura dell’occhio e sotto l’arcata sopraccigliare.

Questo effetto si può riprodurre anche in altre tonalità: fanno molto effetto quelle metalliche, come ad esempio il bronzo e l’oro.

E se porti gli occhiali o le lenti a contatto?

Spesso chi porta gli occhiali evita di truccarsi per non appesantire lo sguardo, oppure si trucca troppo pensando che non si veda. Entrambi i casi sono errati, ma bisogna valutare qual è la giusta misura. Portando delle lenti da miopia l’occhio dall’esterno appare più piccolo, quindi il segreto è quello di ingrandirlo con un trucco soft: scegli delle tonalità chiare e luminose, non colori scuri e forti e non mettere la matita all’interno dell’occhio. Se usi lenti da presbiopia o ipermetropia, questi tendono a ingrandire la parte inferiore dell’occhio evidenziando occhiaie o rughe. In questo caso è adatta la matita interna e i colori decisi evitando quelli chiari o perlati, e fai anche attenzione a stendere il fondotinta nella zona sotto oculare.

Se porti le lenti a contatto, fai molta attenzione ai prodotti in polvere, come ombretti e cipria che si possono attaccare alle lentine provocando disturbi agli occhi.

Quando ti trucchi metti prima le lenti a contatto e poi applica il make up; al contrario quando ti strucchi, è preferibile prima togliere le lenti e poi procedere alla rimozione del trucco anche aiutandoti con lacrime artificiali che lubrificano gli occhi.

Il rossetto

Anche la scelta del rossetto deve essere accuratamente studiata in base alla tua stagione di appartenenza e in base al tuo mix armocromatico naturale, sia esso caldo o freddo.

Tendenzialmente colori come il borgogna, il lampone o il rosso ciliegia sono adatti ai sottogruppi della stagione Inverno perché sono rossi freddi scuri.

I sottogruppi della stagione Estate sono valorizzati, in generale, dai rosa freddi chiari, oppure il fuxia, il color melograno e alcune tonalità del lilla.

Mentre, per quanto riguarda le stagioni calde, i sottogruppi della Primavera staranno bene con i rossi aranciati come il corallo, il color pesca e alcune tonalità di nude un po’ più calde.

I sottogruppi della stagione Autunno si troveranno meglio con diverse tonalità di nude un po’ più scure come il caramello, il castagna e alcune tonalità di rosso caldo come il terracotta.

E’ molto importante anche la consistenza del rossetto: consistenze mat saranno più adatte a labbra carnose, mentre le consistenze gloss o satinate/lucide saranno più indicate per chi ha labbra sottili che hanno bisogno di essere volumizzate.

La matita

Serve per conferire più intensità allo sguardo. La matita serve a contornare l’occhio. L’interno dell’occhio va contornato solo se non si hanno occhi molto piccoli, in questo caso puoi scegliere una matita bianca, che è utile per ingrandire lo sguardo. La matita non deve essere necessariamente nera, anzi per un effetto più bon ton è preferibile restare sul colore dell’ombretto, ma in una tonalità evidentemente più scura.

Di texture più liquida è senz’altro l’eyeliner, molto difficile da applicare, ma consigliatissimo per ottenere uno sguardo più ammaliante e seducente.

Nonostante il comodo applicatore a pennellino, è necessaria una mano ferma e precisa per evitare sbavature che sarebbe poi difficile eliminare senza intaccare il make up.

Il mascara

E’ immancabile in ogni occasione, nonché il tocco finale fondamentale per intensificare lo sguardo. Se hai ciglia folte opta per un mascara allungante e che le separi in modo più netto. Se invece le tue ciglia non sono molte, affidati a un mascara effetto volume che nasconderà il difetto e ti donerà un’espressione più incisiva. Dopo aver passato il mascara, usa il pettinino per togliere i grumi e, se necessario, usa il piegaciglia per ingrandire l’occhio.

Anche se non ami truccarti e sei una persona acqua e sapone, non disprezzare un filo di mascara: ti donerà femminilità in modo non invadente.

Le sopracciglia

Per un make up impeccabile sarebbe meglio truccare anche le sopracciglia. In questo caso è meglio scegliere una tonalità più vicina al colore naturale o addirittura leggermente più chiara per non rischiare un effetto troppo indurente. Il sopracciglio deve cominciare dalla linea dell’occhio ed essere parallelo all’occhio stesso.

La cipria

Ne andrebbe sempre data un pochino su naso, fronte e mento per opacizzare il tutto. Si possono evitare gli zigomi perché il fard è già una polvere che toglie il lucido. Usa Cipria sempre in polvere perché la polvere è un potente fissativo.

Il fard (detto anche blush)

Anticamente utilizzato per conferire al viso “il colore della buona salute”, oggi viene solitamente utilizzato in un sottile gioco di luci e ombre per ammorbidire o indurire i tratti del viso.

Se vuoi mettere in risalto gli zigomi, basterà solo applicare il fard al di sotto della linea zigomatica e poi stendere un velo di cipria subito al di sopra degli zigomi stessi.

Se invece hai gli zigomi troppo pronunciati, puoi attenuarli stendendo il fard al di sopra della linea zigomatica.

E’ consigliabile usare fard opachi per correggere le imperfezioni e perlati per far risaltare le particolarità.

Il fard in crema sono particolarmente adatti a pelli secche, anche se sono piuttosto difficili da applicare; quelli in polvere sono adatti a tutti i tipi di pelle e sono disponibili in varie nuances che vanno dal pesca al bordeaux.

Se hai la pelle chiara meglio optare per nuances rosa, se hai le lentiggini invece puoi scegliere le tonalità del salmone e dell’albicocca e se hai una pelle olivastra sono consigliabili i colori più caldi e i toni solari.

Per stendere il fard parti dallo zigomo sfumando il prodotto verso l’alto e verso le orecchie. In questo modo aggiungerai freschezza al viso e diventerà come il tuo “migliore amico”.

Un consiglio in più…

Fondamentale per la buona realizzazione di un make up è la luce, che permette di esaltare i particolari e non di camuffarli, dando una visione distorta di quanto si sta realizzando. Da prediligere quella naturale o, in alternativa, sempre lampade alogene disposte sui tre lati dello specchio.

Ricordati sempre di non esagerare. Il make up semplice e non eccessivo esalterà la tua bellezza, quello forte tenderà ad amplificare i difetti e a celare la tua naturalezza.

Con questi piccoli consigli potrai avvicinarti al mondo del make up senza più timore perché sono elementi fondamentali da tenere in considerazione per una massima valorizzazione di te stessa.

Aspetti molto semplici, ma che se scelti in maniera coerente alla tua stagione armocromatica di appartenenza potranno rendere molto comunicativo il tuo volto.

Gli strumenti per un make up impeccabile

Oltre ai prodotti scelti per realizzare il make up, ancora più importanti sono gli strumenti per l’applicazione.

Non devono mai mancare nel tuo beauty-case:

Pennelli in setola di ogni dimensione (più piccoli per le labbra, medi per gli ombretti e grandi per il fard);

Applicatori in spugna per sfumare gli ombretti;

Spugnetta in lattice o in poliuretano per stendere il fondotinta, o un pennello;

Piumino in velluto per picchiettare la cipria;

Spazzolino per pettinare le sopracciglia;

Veline e bastoncini per correggere eventuali sbavature;

Fissatore spray per il trucco a base di acqua termale.

Ti è piaciuto questo articolo e vuoi scoprire la tua forma del viso e come valorizzarlo al meglio?

Contattami a info@unarmadiopercapello.it.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca i pulsanti qui sotto!

Iscriviti alla newsletter

Vuoi ricevere i miei consigli di stile e scoprire tutte le novità sul mondo del fashion?

Unisciti a 39 altri iscritti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: